Angolo del Gigio

giugno 12, 2011

La Vergogna di un’America corrotta e vendicativa.. Questi porci corrotti e vigliacchi!

Caso Palin, il cracker finisce in prigione

Il giovane doveva scontare oltre un anno di pena in una casa d’accoglienza. L’ente che controlla le prigioni degli USA non ha avallato la decisione del giudice

Roma – Si trova in una prigione federale il giovane cracker, David Kernell, che nel 2008 aveva fatto irruzione nella posta elettronica dell’allora candidata alla vicepresidenza degli Stati Uniti e governatrice dell’Alaska, Sarah Palin.

Dopo un processo, durato circa due settimane a maggio dello scorso anno, il giovane era stato ritenuto colpevole di due reati: accesso illegale e ostacolo alle indagini. La conclusione della vicenda era stata decretata dal giudice Phillips che aveva condannato il ventitreenne alla pena di un anno e un giorno, e tre anni di libertà vigilata da scontarsi, sotto consiglio del giudice, in un istituto diverso da un penitenziario e a metà strada tra casa sua e lo stato dove risiede la Palin: a patto che l’ufficio di presidenza delle prigioni degli Stati Uniti (BOP) concordasse tale decisione.

La raccomandazione del giudice non è stata però tenuta presente e il giovane cracker si trova ora a scontare la sua pena in un campo di prigionia a bassa sicurezza a 300 miglia dalla sua casa di Knoxville, in Tennessee.Il BOP non ha voluto fornire spiegazioni sul motivo per il quale non si sono seguite le raccomandazioni del giudice Philips, dichiarando semplicemente che per tale scelta sono state presi in considerazione una serie di fattori.

Stando a quanto riportato dal professor Robert Weisberg, direttore del centro di giustizia penale presso la Stanford University in California, “se lo stato di carcerazione è nelle mani del BOP è quest’ultimo a determinare la natura della carcerazione”: dunque, “nel caso in questione Il BOP non è vincolato dalla raccomandazione giudiziaria”. “Non c’è una regola generale o uniforme degli Stati Uniti”, ha concluso.

Raffaella Gargiulo su punto-informatico.it

Annunci

1 commento »

  1. Cosa è possibile aspettarsi da un coacervo di regole in cui ogni una cozza contro l’altra?

    Commento di Pitocco — luglio 5, 2011 @ 12:18 am


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: