Angolo del Gigio

ottobre 7, 2010

PayPal la grande truffa! Attenti si riservano di rubarvi i soldi anche per mesi!!

Ultimamente ho dovuto constatare che le cose che avevo già letto in giro per la rete su PayPal, e alle quali essendo solo un normale fruitore che lo utilizza per saltuari pagamenti su eBay e a volte anche altri siti sono purtroppo vere, sono dei delinquenti truffatori che spadroneggiano sui soldi degli altri arrogandosi il diritto di trattenerli sui propri conti correnti a maturare interessi a loro uso e consumo senza nemmeno dover dare spiegazioni.

Scommetto che vi state chiedendo, ma che cazzo dice sto qua, non lo possono fare.. siamo in uno stato di diritto… sbagliato! E’ scritto nero su bianco nelle clausole a dir poco vessatorie che accettiamo all’apertura del conto, leggete e meditate! Ah e per la cronaca a me mi hanno fregato per un mese 700€ di un rimborso, l’assistenza per email dice che è colpa del venditore che non ha fondi, sulla pagina web del mio account campeggia solo la dicitura “In Sospeso” per l’effettivo riaccredito del rimborso.. traete voi le conclusioni, e statene alla larga, sono ladri! Di fatto tutto quello che mi è dato sapere è che i miei soldi sono sul loro conto fino al 27 Ottobre 2010 e che posso solo sbattere contro un muro di gomma, e in ogni caso se anche volessi chiudere il conto rischierei solo di star senza i miei fondi per altri 180 giorni.

10.1 Responsabilità dell’utente.

  1. L’utente è responsabile degli storni, dei chargeback, dei reclami, delle spese, delle penali, delle sanzioni e di tutti gli altri danni arrecati a PayPal, a un altro utente PayPal o a una terza parte derivanti dall’uso dei Servizi e/o dalla violazione delle presenti Condizioni d’uso. L’utente si impegna a rimborsare PayPal, l’utente o la terza parte interessata per tutti i danni sopra elencati.
  2. Responsabilità per reclami relativi alla protezione acquirenti PayPal e alle Regole sui reclami degli acquirenti. Fatto salvo quanto previsto da qualsiasi altra sezione delle presenti Condizioni d’uso, qualora PayPal si pronunci a sfavore dell’utente in merito a un reclamo presentato direttamente a PayPal, l’utente sarà tenuto a rimborsare PayPal l’importo oggetto del reclamo. La responsabilità dell’utente includerà il prezzo pieno di acquisto dell’oggetto e il costo originario di spedizione (e, in alcuni casi, l’utente potrà non riavere l’oggetto). La Protezione venditori PayPal può coprire la responsabilità dell’utente; cfr. la sezione 11 di seguito.
  3. Rimborso in caso di responsabilità dell’utente. Nell’eventualità in cui l’utente sia responsabile di somme dovute a PayPal, PayPal potrà prelevare immediatamente tali somme dal saldo dell’utente, se disponibili.  Qualora i fondi presenti nel conto fossero insufficienti per ottemperare a tale responsabilità, PayPal si riserva il diritto di recuperare il debito avvalendosi dei pagamenti depositati sul conto e con qualsiasi altra modalità di rimborso accettata dall’utente. PayPal può inoltre recuperare l’importo dovuto tramite mezzi legali, incluso, a titolo esemplificativo, il ricorso a un’agenzia di riscossione debiti.

10.2 Azioni di PayPal. Qualora avremo ragione di ritenere che l’utente abbia intrapreso qualsivoglia attività non consentita, potremo portare avanti diverse azioni per proteggere PayPal, un Utente terzo, una terza parte o l’Utente interessato da storni, chargeback, reclami, tariffe, sanzioni e qualunque altra responsabilità. Le azioni cui potremo fare ricorso includono ma non sono limitate solo a quanto segue:

  1. PayPal può, in qualsiasi momento e senza responsabilità alcuna, sospendere, bloccare, limitare, chiudere o annullare il diritto all’utilizzo dello strumento di pagamento o del conto nella sua interezza o per qualsiasi transazione singola specifica, che a sua volta potrebbe determinare la sospensione, il blocco, la limitazione, la chiusura o l’annullamento dell’accesso al conto o ai servizi (ad esempio, la limitazione dell’accesso a una qualsiasi fonte di finanziamento, alle funzioni di invio dei pagamenti, di prelievo o rimozione delle informazioni finanziarie). Di regola la sospensione o l’annullamento viene comunicata all’utente con un preavviso ma possiamo, se dettato da criteri di ragionevolezza (ad esempio in caso di violazione delle presenti Condizioni d’uso da parte dell’utente o per motivi di sicurezza), sospendere o annullare senza preavviso il diritto dell’utente a utilizzare lo strumento di pagamento o il conto;
  2. bloccare il conto e/o trattenere i fondi del conto di riserva;
  3. rifiutare di eseguire una transazione di pagamento specifica in qualsiasi momento e per qualsiasi motivo con l’obbligo esclusivo di rendere noto il rifiuto e i relativi motivi e le modalità con cui l’utente può risolvere il problema, nei casi in cui sia possibile, su richiesta e a condizione che non sia vietato dalla legge.
  4. PayPal potrà stornare un pagamento (e accreditarlo sulla fonte di finanziamento del mittente, se appropriato) non conforme alle Regole sull’utilizzo consentito di PayPal o che possa costituire una ragionevole violazione delle Regole sull’utilizzo consentito di PayPal;
  5. Possiamo divulgare a terzi i dettagli relativi alle attività non consentite, conformemente a quanto descritto nell’Informativa sulla privacy.
  6. PayPal può richiedere all’utente informazioni personali o aggiornare dati non corretti forniti dall’utente stesso;
  7. Possiamo rifiutarci di fornire all’utente i nostri Servizi in futuro.
  8. Possiamo trattenere i fondi dell’utente fino a 180 giorni, qualora ciò sia opportuno per tutelare PayPal contro eventuali rischi di attribuzione di responsabilità.
  9. Possiamo intraprendere un’azione legale nei confronti dell’utente.

Salvo quanto altrimenti specificato da PayPal, l’utente non può utilizzare o tentare di utilizzare lo strumento di pagamento o il conto se questo è stato sospeso o chiuso. L’utente deve assicurarsi che tutti gli accordi con commercianti o terzi che comportano pagamenti avviati da terzi (compresi i pagamenti ricorrenti) impostati dal proprio conto siano immediatamente annullati al momento della cessazione, sospensione o chiusura del conto. L’utente resta responsabile ai sensi delle presenti Condizioni di tutti gli addebiti e degli altri importi incorsi durante l’uso del conto in qualsiasi momento, indipendentemente dalla cessazione, sospensione o chiusura del conto.

10.3 Chiusura del conto e accesso limitato. PayPal può, a sua esclusiva discrezione, chiudere il conto dell’utente e risolvere il presente Contratto in essere con l’utente con un preavviso di due mesi. PayPal può inoltre chiudere il conto dell’utente e risolvere il presente Contratto in qualsiasi momento, qualora l’utente violasse uno qualsiasi dei termini delle presenti Condizioni d’uso. In caso di chiusura del conto, l’utente verrà avvisato e avrà la possibilità di prelevare gli eventuali fondi non contestati. In risposta ad un possibile accesso non autorizzato al conto dell’utente, PayPal potrà inoltre sospendere o limitare l’accesso dell’utente al conto o ai servizi PayPal (come ad esempio la limitazione all’accesso alle fonti di finanziamento e la capacità di inviare denaro, effettuare prelievi o rimuovere le informazioni finanziarie). Qualora limitassimo in altro modo l’accesso al Conto dell’utente, invieremo un avviso e la possibilità di richiedere il ripristino dell’accesso, se opportuno.

10.4 Riserve. PayPal, a sua sola discrezione, può stabilire una Riserva sui fondi del Conto dell’utente quando PayPal ritiene ragionevolmente (in base alle informazioni a sua disposizione al momento dell’acquisizione della Riserva e a ciò che valuta come un livello di rischio accettabile in tutte le circostanze) che vi sia un livello di rischio più elevato di quello accettabile per questo Conto. Qualora PayPal dovesse stabilire una riserva sui fondi del conto dell’utente i fondi verranno trasferiti nel conto di riserva e compariranno come “in sospeso” nel saldo PayPal. Se il Conto dell’utente è soggetto a Riserva, PayPal informerà l’utente specificando le condizioni della Riserva. Le condizioni della riserva richiedono che una determinata percentuale degli importi ricevuti dal conto dell’utente sia trattenuta per un determinato periodo di tempo o che un determinato importo sia trattenuto come riserva oppure che PayPal trattenga qualsiasi altra cosa ritenga necessaria per salvaguardare se stessa dai rischi associati al conto dell’utente. PayPal può modificare i termini della Riserva in qualsiasi momento previa notifica delle nuove condizioni. Se l’utente ritiene che la Riserva non vada applicata, può chiudere il conto. In caso di chiusura del conto per qualsiasi motivo, PayPal ha il diritto di trattenere la riserva per un periodo massimo di 180 giorni. Durante la gestione dei rischi relativi ai Conti, PayPal potrà anche limitare gli importi che l’utente può prelevare immediatamente oppure modificare la velocità o il metodo di pagamento per i prelievi, trattenere importi dal saldo dell’utente e/o richiedere che l’utente o una persona associata all’utente forniscano altre forme di garanzia. PayPal potrebbe anche richiedere il deposito di fondi a garanzia. L’utente accetta di intraprendere, a sue spese, qualsiasi ulteriore azione (inclusa, ma non a titolo esclusivo, la presentazione di qualsiasi documento necessario e la registrazione di qualsiasi forma di documento) ragionevolmente richiesta da PayPal che ci consenta di perfezionare qualsiasi forma di garanzia o di stabilire una riserva nel modo da noi ritenuto opportuno.

10.5 Blocco dei pagamenti

a. L’utente accetta che in caso di:

  1. ricezione di un pagamento che comporta un rischio relativo alla transazione o
  2. un livello di rischio o esposizione potenziale maggiore rispetto a quello accettabile associato al proprio conto (in base alle informazioni di cui PayPal dispone al momento e tenendo conto del criterio di esclusiva discrezione riguardo al livello accettabile di rischio o di esposizione per PayPal in tutte le circostanze),

PayPal può, a sua propria discrezione e ragionevolmente, stabilire un blocco su un pagamento specifico o su tutti i pagamenti. Qualora PayPal blocchi i fondi presenti sul conto dell’utente, comunicherà all’utente la durata del blocco; i fondi verranno trasferiti sul conto di riserva e compariranno come “in sospeso” nel saldo PayPal.

b. PayPal rimuoverà il blocco sul pagamento quando stabilirà che il rischio di transazione o il rischio o l’esposizione associata al conto dell’utente non sussiste più. Ad esempio, in relazione al blocco del pagamento per un oggetto acquistato su eBay, PayPal potrebbe rilasciare il blocco nel momento in cui l’acquirente lascia un feedback positivo. Tuttavia, se l’utente riceve una contestazione, un reclamo, un chargeback o uno storno sulla transazione di pagamento soggetta al blocco, PayPal potrà trattenere i fondi corrispondenti a tale importo sul conto di riserva fino a quando il contenzioso non sarà risolto in base alle presenti Condizioni.

c. L’utente accetta di fornire a PayPal informazioni che PayPal può ragionevolmente richiedere per stabilire se il rischio di transazione o l’esposizione del conto dell’utente non sussistono più. In caso di obiezioni in merito a tale blocco, l’utente ha il diritto di chiudere il conto. Se il conto dell’utente viene chiuso per qualsiasi motivo, PayPal ha diritto di bloccare un pagamento in base a quanto previsto dalla presente clausola per un periodo massimo di 180 giorni dalla data in cui si sia ottemperato agli obblighi completi previsti dal contratto di vendita (al quale fa riferimento il pagamento in oggetto).

Quindi come potete vedere (e se avete dubbi andate a rileggervi ciò che anche voi avete accettato all’apertura dell’account/conto, se anche decidete di chiudere il conto e mandarli affan’culo vi si fregano i solfi per anche 180 giorni, oltre a quelli già rubati.. Mentre la nostra politica corrotta si destreggia tra nani, puttane e cocaina, mentre i cinesi si comprano i porti più potenziali dell’italia Berlusconiana.. Questa gente fa ciò che vuole, appropriazione indebita, furto, clausole vessatorie… class-action solo fumo negli occhi per un popolo che come noi non ha il coraggio di imbracciare le armi e liberarsi della corte sgangherata del delinquente di turno…

STATE LONTANI da PayPal

VI RUBANO I SOLDI!!!

Annunci

244 commenti »

  1. Ora come ora utilizzo paypal solo per fare acquisti. In caso di vendite, utilizzo carta prepagata Paypal.

    Commento di salvo — giugno 9, 2016 @ 5:26 pm

  2. domanda.solo lamentele.ma io uso tutti i giorni paypal per vendere e acquistare.mai avuto un problema.allora o siete dei cazzari?o io sono una mosca bianca

    Commento di Marco Unoc — giugno 8, 2016 @ 6:30 pm

    • Asoetta di trovare il furbetto che apre la contestazione.. poi ci dirari com’è perdere materiale e soldi.. e rimbalzare su un muro di gomma… Anchio uso PayPal per lavoro da anni, e una volta inquadrati i limiti, non succede nulla ed è anche comodo…

      Su milioni di utenti, è solo questione di code, oggi è capitato a chi si lamenta oggi, quando toccherà a te, comprenderai.. ma sarà troppo tardi, una volta preso nel sedere, può anche piacerti.. ma non sarà mai più come prima.. e di certa la merda uscirà più facilmente, specie a caldo..

      Non sei una mosca bianca, solo non lo hai ancora pigliato! LoL

      Commento di Italiano Liberale — giugno 9, 2016 @ 5:10 pm

      • Bravissimo, quoto quanto affermi. Basta un contestazione che ti bloccano i soldi per settimane. La garanzia che offre Paypal è nelle regole molto rigide. Per risolvere i problemi impiega molto tempo. Per acquistare è ottimo. per vendere ed incassare quantità di cospicua denaro non va bene.

        Commento di salvo — giugno 9, 2016 @ 5:33 pm

  3. Salve io ho il problema con paypal che ha bloccato i miei soldi perché ho superato i €2000 di ricezione !! Ora Nn mi vogliono dare i miei soldi e sono in revisione per i prossimi 180 gg, periodo in cui pay pal deciderà cosa fare dei miei soldi !! Possibile che Nn ci si possa rivolgere a nessuno per ribellarsi a questo furto??ho accettato di avere un conto pay pal e finché ho solo pagato come transazione o ricevuto 30 € tutto bene, Nn si sono preoccupati di chiedermi documenti assurdi!! Ma la legge sulla privacy tutela solo i grandi? E noi poveri mortali??? Io sto semplicemente affittando casa con air bnb niente di trascendentale !! Es ora dopo estratti conti bancari estratti conti carta di credito e lettere di giustificazione vogliono anche L atto di proprietà!! Io sono a Los Angeles X lavoro da mesi e ci devo restare ..quindi praticamente Nn posso avere i miei soldi!!!assurdo!!!

    Commento di Stefania poli — giugno 7, 2016 @ 6:22 pm

  4. Sia Ebay che Paypal guadagnano sulle commissioni. pertanto se ne fregano dei truffati

    Commento di salvo — giugno 7, 2016 @ 12:33 pm

  5. Purtroppo grazie a regole stupide di ebay e pay pal i truffatori trovano campo libero.
    Basta dire che sede legare il lussemburgo call center in romania…..

    Assistenza per chi vende zero .

    Commento di ghhjh — maggio 31, 2016 @ 3:44 pm

  6. PAYPAL non ti tutela !!!!
    In caso di transazioni e reclami difficoltosi. ti chiude il conto !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Commento di ugo — marzo 26, 2016 @ 2:03 pm

    • Le Istituzioni cosa fanno e dove sono per bloccare le truffe?

      Commento di salvo — giugno 7, 2016 @ 12:32 pm

  7. Quindi a questo meglio non fare acquisti online con PayPal

    Commento di ... — novembre 17, 2015 @ 1:40 am

  8. paypal è una bufala dice che ti protegge ma se apri 2-3 controversie per oggetto non conforme ti chiude l’accaunt e ti bloccano i soldi per 6 mesi,assurdo.

    Commento di giuseppe — settembre 4, 2015 @ 10:00 pm

  9. Ho venduto un oggetto prezioso su ebay ad un acquirente estero cinese ma residente in olanda. Avevo già venduto preziosi alla stesso senza problemi. La recente vendita è stata una vera truffa. L’acquirente ha subito aperto una controversia su Paypal per oggetto differente. Fatto non vero. Ho denunciato l’accaduto alla Polizia, ho inviato copia della denuncia a Paypal. Purtroppo non è servito a nulla. Paypal dopo avere concluso l’indagine ha dato ragione all’acquirente nonostante io avessi fatto ricorso. Si tratta di 2025 euro. Il mio conto paypal è a meno 2025. Sicuramente, Verrò contattato dal recupero crediti.
    Cosa fare?
    Grazie

    Commento di salvatore — agosto 5, 2015 @ 12:11 am

    • Sbattiti lascia il conto i negtivo: non possono fare nulla se si rivolgono a recupero crediti li denunci, non hanno sedi in Italia e non si presentano in giudizio. Già vinto 3 cause con loro

      Commento di Gianni — marzo 5, 2016 @ 10:36 am

  10. Gentile XXXXXXXXXX,
    Hai ricevuto un pagamento da XXXXXXXXXXXi. Il denaro è ora sul tuo saldo in sospeso e, se non vi sono problemi con l’ordine, verrà trasferito sul tuo saldo disponibile entro 21 giorni. Si tratta di una procedura di sicurezza per accertarci che le transazioni avvengano correttamente.
    Come posso ricevere il denaro in tempi più brevi?
    Riceverai il denaro entro 7-14 giorni se:
    • Invii l’oggetto all’indirizzo di spedizione dell’acquirente mostrato alla pagina Dettagli transazione.
    • Fornisci i dati di spedizione e contrassegna l’articolo come Inviato.
    • Per prodotti o servizi che non possono essere spediti (libri elettronici, app per smartphone, ecc.), contrassegna l’ordine come Elaborato e fornisci eventuali dati aggiuntivi richiesti.
    Problemi con un ordine?
    In caso di problemi con l’ordine, continueremo a trattenere il pagamento finché il problema non viene risolto e ciò potrebbe richiedere più di 21 giorni.
    PRATICAMENTE SI POSSONO TENERE IL DENARO A VITA !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Commento di Antonio — marzo 7, 2015 @ 3:01 pm

  11. VENITE TUTTI SU http://www.maiebay.com lasciate perdere Pay Pal ed ebay.

    Commento di Antonio — marzo 7, 2015 @ 11:35 am

  12. REGOLA PAY PAL PROTEZIONE VENDITORI : Il programma non protegge in caso di chargeback, storni o reclami per oggetto diverso dalla descrizione o danneggiato durante la spedizione.
    IL CHE VUOL DIRE CHE BASTA UN’ACQUIRENTE CONTESTI UN OGGETTO ANCHE PERFETTAMENTE VALIDO E PAY PAL LO RIMBORSA CON IL TUO DENARO A FRONTE DI UNA SEMPLICE FORNITURA DI NUMERO TRACKING DI RESO, ANCHE SE IL RESO CONTIENE IMMONDIZIA E NON L’OGGETTO SPEDITO REALMENTE.
    EBAY+PAYPAL ASSOCIAZIONE A DELINQUERE

    Commento di GIORGIO — marzo 7, 2015 @ 11:32 am

  13. Pay pal è il sistema di pagamento meno sicuro al mondo, gestito da una società con sedi “misteriose” che una mattina puo’ sparire nel nulla con tutto il raccolto. I venditori vengono continuamente truffati da acquirenti super protetti dal sistema. Basta ordinare qualcosa con Pay Pal, pagare, farselo spedire e poi dichiarare che è merce non conforme. pay pal chiede all’acquirente solo i dati ricevuta di reso e toglie il denaro al venditore anche se l’acquirente gli ha inviato un pacco vuoto o un mattone indietro. La nuova regola capestro per i venditori nuovi è che pay pal trattiene il denaro per almeno 21 giorni così tu spedisci e l’acquirente ha tutto il tempo di fare il changerback e fregarti il denaro. Le percentuali di circa il 5% che pay pal trattiene sulle transazioni sono in effetti molto più alte considerato che vengono calcolate non sul costo oggetto ma sulla spesa totale. Facendo un esempio terra terra: Venditore professionale vende a 12 euro un oggetto ( 10 costo, 2 iva) paga 10 euro spedizione: totale 22 euro. Su questi al venditore togliamo il 5% di Pay Pal pari a euro 1,1, togliamo iva 2 euro, togliamo il 9% di ebay sul valore oggetto ivato 1,18 euro, totale 4,28 euro su una vendita reale iva compresa di 12 euro !!!!!!!!!! Al venditore rimangono, IVA compresa meno di 8 euro !!!!!! Se poi per qualche INVENTATA ragione li bloccano per 6 mesi il denaro……….LADRI EVASORI FISCALI DISONESTI= EBAY-PAYPAL

    Commento di piero — marzo 6, 2015 @ 7:17 pm

  14. PayPal mente sapendo di mentire; in una problematica con un venditore dicevano che ero totalmente tutelato, invece alla fine mi ha fregato proprio PayPal; in almeno due telefonate avevo fatto notare che il prodotto che avevo pagato anticipatamente con paypal, e che avevo grosse difficoltà a ricevere per comportamenti assurdi da parte del venditore stesso, presentava anche un altro problema, ossia la durata della garanzia che non era più quella riportata sul sito del venditore al momento dell’acquisto, ma un’altra di molto inferiore (stavo acquistando biomagneti al silicio certificati per una validità di 10 anni scesi dopo il pagamento a 8 anni per motivi di “liquidazione” da parte del distributore in questione, cosa non riportata assolutamente sul sito). PayPal mi ha detto che solo dopo l’eventuale arrivo del prodotto si poteva aprire un nuovo reclamo…quando il benedetto pacco è arrivato ho chiamato PayPal che mi ha innocentemente risposto così: ” la Garanzia dell’oggetto non e’ coperta dalla protezione acquirenti PayPal. pertanto non ci e’ possibile riaprire il reclamo.”
    Ecco come mi hanno fregato, il problema della garanzia lo avevo posto io a loro e non loro a me,nonostante questo mi hanno fatto arrivare il pacco per poi dirmi che sulla garanzia non possono fare niente !!! Complimenti davvero .. io però mi sono registrato una telefonata dove l’argomento esce fuori chiaramente, ma siamo in Italia, qui il buonsenso per non dire altro non esiste nemmeno.

    Commento di Paolo — marzo 4, 2015 @ 7:10 pm

  15. anche io avevo due conti ( privati,aperti molti anni fa ) solo che non li avevo mai usati…a dicembre mi metto a vendere su ebay,prima di inserire una email del conto paypal su ebay,sono andato sul sito di paypal per vedere se ricordavo la pass..e come per magia le pass non erano quelle che ricordavo io,ho cercato di recuperare la pass attraverso il loro portale e le email come per magia non erano associate a nessun conto paypal..e son rimasto spiazzato e non ci ho fatto piu caso…quindi mi sono creato un’altra email e un’altro conto paypal..e inizio la mia attività in dropship su ebay..i primi tempi i soldi arrivano nel saldo in sospeso,in un giro di un mese mi erano arrivati in saldo in sospeso circa 1800eur…fin qui nnt di anormale,visto che era il periodo di dicembre la vendita di giocattoli era alta,alcuni clienti li rimborsai perchè le offerte erano terminate ecc…e fin qui e stato tutto normale..la cosa che mi e iniziata a sospettare eh la seguente: nel mese di gennaio entrando sul conto paypal mi vedo scritto: conto limitato e mi cercavano dei documenti x sbloccare la limitazione: partita iva,fatture di acquisto,fatture di spedizione,visura camerale ecc..gli inviai via fax tutti i documenti richiesti,e dopo un giorno mi arriva una email che diceva: che hanno deciso di cessare il mio conto perchè secondo loro la mia attività non era sicura -_-!! e era ad alto rischio frode!!!! Lì mi sono veramente incavolato,ho chiamato il call-center per chiedere motivazioni,visto che se volevo fregare avevo un sacco di soldi anche nel saldo disponibile e che avevo rimborsato a qualche cliente..se volevo fregare me li sarei presi e arrivederci e grazie invece ho rimborsato quando non c’era piu il prodotto..
    Bene parlando con il call-center e buttando qualche bestemmia,perchè trovo stupido e idiota visto il periodo di crisi che gira e la mancanza di lavoro,che due tizi belli seduti dietro ad una scrivania di decidere dall’oggi al domani e infangare e dire alto rischio frode ad una persona che cerca di lavorare e sopravvivere sempre in norma di legge…
    parlando con il call-center e uscito fuori che i miei due conti paypal vecchi che non ho mai usato e che vi ho parlato all’inizio di questo commento risultavano in rosso uno -130 eur e l’altro -25eur…quando ho ricevuto anche questa notizia sono rimasto spiazzato perchè ho confermato che quelli indirizzi email erano miei,ma ho anche detto e confermato sempre che che non li ho mai usati e che quest’altra notizia mi ha spezzato nuovamente..fatto sta ora mi trovo che ho dovuto cambiare metodo di pagamento per la vendita on.line,mi trovo con un saldo di 61,95 sul conto paypal che non posso ne prelevare ne usarli a comprare merce,insomma stanno come soprammobile e devono stare lì fino a 180giorni e sono passati ancora un mese e qualche giorno..oggi ho ricontattato di nuovo il call-center per vedere se ci sono novità e se li posso prelevare,xk uno se deve mangiare o se gli servono non possono aspettare tutto sto tempo…quelli del call-center mi hanno ridetto che devo aspettare…mi sono rotto veramente,,paypal fa schifo,ruba soldi a tutti a partire già dalle tariffe di tutte le transazioni..mi ha deluso..

    Commento di lamberto — febbraio 25, 2015 @ 2:47 pm

  16. Ahahaha, quello che è successo a me è ancora più assurdo, qualcuno è riuscito a crackare il mio conto e a loro dire è stato usato per rubare soldi ad una terza persona alla quale avrebbero clonato la carta di credito. In pratica hanno versato 1000€ sul mio conto nello stesso giorno e in rate da 78€ e dopo poco hanno prelevato la suddetta somma in rate da 128€. I signori di Pay pall hanno bloccato immediatamente i soldi in entrata ma non hanno bloccato quelli in uscita. Ho segnalato la cosa e l’operatore di pay pall prima mi ha spiegato cosa era successo, e mi ha raccomandato di stare più attento la prossima volta (sul conto non ci vado mai e non metto mai soldi). Alla mia domanda del perchè hanno fatto uscire soldi (inesistenti) dal mio conto, mi ha risposto che anche se i soldi in entrata sono stati bloccati per loro c’erano.
    Morale della favola, i soldi in entrata sono stati restituiti al titolare della presunta carta clonata e sul mio conto c’è rimasto il saldo in negativo di 1000€! Quando ho chiesto se il mio saldo sarebbe stato riportato a zero il tipo molto ironicamente mi ha risposto che di solito lo reintegrano (sottolineando a loro spese) entro 72 ore, aggiungendo poi un che ne so, per noi potrebbe anche averlo fatto lei tutto il movimento e magari le arriva l’avviso di pagamento.
    L’email che il mio credito è stato ripristinato è arrivato, solo che se vado sulla mia pagina il saldo è a -1000€!!!
    Ovviamente non ho nessuna intenzione di pagare un debito non mio, ovviamente volevo chiudere immediatamente il conto ma essendo sotto non si può. Detto tra noi comincio a sospettare che tutto ciò sia stao fatto da loro in quanto hanno in mano tutti i dati per accedere tranquillamente sui nostri conti e fare quello che vogliono. Sinceramente a questo punto non so che fare, purtroppo non ho mai sentito di casi simili, il tutto è avvenuto a Gennaio.

    Commento di Nick — febbraio 3, 2015 @ 8:20 pm

  17. Avrei voluto leggere prima tutto questo.
    Mi sono stati trasferiti pochi giorni fa circa 800 euro da un conto business al mio (privato).
    Bene, quei soldi sono bloccati. Non li posso trasferire su una carta o sul conto bancario, non posso utilizzarli per alcun pagamento.
    Il bello è che non mi è neanche arrivato nessun avviso sul fatto che siano o meno bloccati, e al Call Center mi dicono di “aspettare”.

    Commento di Andrea — febbraio 3, 2015 @ 1:11 pm

    • Se va bene aspetti 21 giorni senno’ 6 mesi…….vanno denunciati!

      Commento di piero — febbraio 3, 2015 @ 1:21 pm

    • devi aspettare 21 giorni fanno cosi i ladri era meglio un bonifico anche se dovevi aspettare 2 o 3 giorni..

      Commento di carlo — marzo 7, 2015 @ 8:16 am

  18. Ciao io sono un individuo che offre prestiti a l internazionale. Con un capitale che verrà utilizzato per fornire prestiti tra individui nel breve e lungo termine che vanno da € 1000 a € 17.000.000 a tutte le persone a grave essendo nei bisogni reali, il tasso di interesse è il 2% della durata del rimborso.Concede prestiti in tutte le aree di cui sopra dopo:
    -Acquisto edificio d
    -Acquisto di auto, moto
    -Grandi progetti benefici
    -Nozze
    -Debito (ecc)
    Sono disponibile per soddisfare i miei clienti in un periodo a 24 h o h 72 Vedi 1 a 3 giorni dopo aver ricevuto il tuo modulo di richiesta a seconda della tua disponibilità e la velocità.
    Passo serio persona di astenersi

    Per ulteriori informazioni vi preghiamo di inviarci una e-mail a the;luciadurand@outlook.fr

    Commento di lucia — novembre 27, 2014 @ 10:20 pm

    • spam

      Commento di carlo — novembre 28, 2014 @ 7:22 am

      • La mafia parla romano.  Un terremoto politico-giudiziario  destinato a riscrivere gli ultimi anni di vita istituzionale della Capitale. Un’inchiesta che come una bomba si abbatte su una ampia fetta della classe dirigente della città. Trentasette arresti, tra cui l’ex Nar di cui MASSIMO CARMINATI e il suo socio SALVATORE BUZZI , un centinaio di indagati, compreso l’ex sindaco di Roma Gianni Alemanno e sequestri milionari: avviso di garanzia al ex funzionario SISDE OSVALDO PEGORARO MENTORE presidente ONLUS http://WWW.ANADIMI.IT . sono i numeri di una indagine della Procura di Roma che è solo all’inizio, ma che è destinata a segnare per i prossimi mesi la vita politica della Capitale , OSVALDO PEGORARO nella fila della NDRAGHETA e MAFIOSO indagini per CONTRABBANDO DI ARMI e CORRUTTORE ONLUS http://WWW.ANADIMI.IT

        scrivete di questi scandali affinchè la gente si svegli

        Commento di giuseppe — gennaio 16, 2015 @ 4:48 pm


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: