Angolo del Gigio

ottobre 30, 2008

Genova si ripete, poliziotti infiltrati & Manganelli – Gianfranco..

L’ombra dei manovratori

testimonianze_291008.jpg

Quello che sta accadendo in tutta Italia non ha bisogno di commenti, i fatti parlano da soli. I parlamentari dell’Italia dei Valori erano in Piazza Navona oggi, megafono alla mano, per invitare i nostri ragazzi al dialogo, per sostenerli, per chiedergli di non farsi strumentalizzare, per evitare possibili derive violente di infiltrati che nulla hanno a che vedere con la legittimità di un grido di aiuto lanciato pacificamente.

I feriti di Piazza Navona nascondono per la breve ricostruzione dei fatti fornita dai presenti delle assurdità, come se qualche suggerimento di politici irresponsabili dei giorni scorsi abbia trovato sponda tra i ragazzi violenti con la complicità di una parte di coloro che erano lì per garantire la sicurezza. Alcuni video pubblicati su Corriere.it mostrano atti di violenza contro altri manifestanti mentre i cordoni delle forze dell’ordine vengono tenute a bada da qualche loro dirigente solerte agli ordini ricevuti.

Le testimonianze di alcuni manifestanti in questo video parlano di mazze e bastoni occultati da alcuni facinorosi già predisposti e preordinati a tutti, parlano di un automezzo entrato nella piazza senza troppi controlli. Come è stato possibile tutto ciò in una piazza assediata dalle forze dell’ordine in tenuta antisommossa, in una piazza dove turisti erano costretti a giri interminabili per attraversarla? Chi c’è dietro questa fiammata di violenza? A chi giova mettere gli studenti l’un contro l’altro? Chi vorrebbe che i cittadini e i genitori vedessero nelle sacrosante manifestazioni studentesche di oggi i fantasmi eversivi del passato?

Una cosa è certa ed è è che la degenerazione di queste manifestazioni di libertà aiutano di fatto la linea del Governo che in tutti questi giorni si è affannato a denigrare i manifestanti come frangie pericolose ed irresponsabili. A noi e soprattutto alla “società civile” non resta allora, che opporci al decreto Gelmini allo stesso modo che abbiamo fatto con il decreto Alfano, promuovendo un referendum per spazzare via i loro decreti dittatoriali. Appena il decreto sarà pubblicato provvederemo a depositare il quesito in Cassazione ed avviare la raccolta delle firme sugli stessi tavoli in cui stiamo già raccogliendo le firme referendarie contro la legge “salvapremier”.

Domani, alle 09.30 a piazza della Repubblica, parteciperò insieme ai parlamentari dell”Italia dei Valori al corteo degli studenti contro la legge Gelmini, approvata questa mattina al Senato.

Da Antonio Di Pietro (www.antoniodipietro.com)

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: