Angolo del Gigio

marzo 13, 2008

Votate “Berlusconi Delinquente” ehmm “presidente”

Io sono ioLui è luiNessuno lo puo’ giudicare

Riporto un brano tratto da “Mani Sporche“, libro pubblicato da Chiarelettere e scritto da Barbacetto, Gomez e Travaglio, dal titolo “Nessuno lo puo’ giudicare” (pag. 106).Il 2003 è forse l’anno più nero della politica italiana in tutta la storia della Repubblica. Mai si era assistito a tali e tante lesioni delle libertà fondamentali e dei principi costituzionali. Con il pretesto della sua imminente promozione a presidente di turno dell’Unione Europea, Silvio Berlusconi manomette la Carta fondamentale e i Codici penale e procedurale, oltre a piegare continuamente il Parlamento alle sue personali esigenze processuali e affaristiche e a produrre una catena interminabile di censure ed epurazioni nel mondo dell’informazione.
L’anno si apre con dodici condoni fiscali (per gli evasori dell’Irpef, dell’Ici e così via) varati dal ministro dell’Economia Giulio Tremonti nella finanziaria appena approvata, per «fare cassa» e tentare di mantenere la promessa di non aumentare le tasse. «Le mie aziende non si avvarranno del condono», giura il premier. Bugia. Per mettersi in regola con il fisco, che reclama da lei 197 miliardi di lire, la Fininvest approfitta del condono e ne paga solo 35.

Un affarone.

Anche perché il vantaggio resta tutto in famiglia. La Fininvest infatti appartiene al 100 per cento ai Berlusconi e si era impegnata, al momento della quotazione di Mediaset, a pagare tutte le tasse dovute dalla nuova holding televisiva (che, essendo quotata, ha anche altri soci) per i fatti precedenti all’entrata in Borsa. La stessa strada del condono viene poi battuta da altre società personali del Cavaliere, come, l’Immobiliare Idra che controlla le sue ville sparse per l’Italia. Non contento, il premier usa il condono per cancellare le sue ulteriori pendenze col fisco, versando appena 1850 euro in due comode rate per evitare ogni accertamento sulle sue presunte evasioni (contestate dalla Procura di Milano nel processo sui bilanci di Mediaset) relative al periodo 1997-2002. Nel 2005 arriverà addirittura il condono erariale, per consentire ai politici e ai pubblici amministratori condannati in primo grado dalla Corte dei conti di sistemare le loro pendenze pagando dal 10 a1 20 per cento del danno quantificato dalla sentenza.

Un danno, per le casse dello Stato, da centinaia di milioni di euro.

Ma il 2003 è soprattutto fanno del lodo Maccanico-Schifani, che immunizza le alte cariche dello Stato dai processi e rende invulnerabili i parlamentari, grazie all’annessa legge Boato, anche dalle intercettazioni indirette. È l’anno della legge Gasparri e del decreto salva-Rete4, che perpetuano il monopolio di Mediaset sulla tv commerciale e il suo oligopolio sul mercato pubblicitario. Berlusconi DelinquenteÈ l’anno della controriforma della seconda parte della Costituzione, pilata in estate da quattro «saggi» (il forzista Andrea Pastore, Francesco D’Onofrio, il leghista Roberto Calderoli e Domenico Nania di An) in una baita di Lorenzago del Cadore (Belluno), per rompere l’unità nazionale in nome di un federalismo in salsa padana e dotare il premier di poteri di vita o di morte sul Parlamento (la riforma sarà sonoramente bocciata dai cittadini italiani referendum confermativo dell’estate 2006). Sempre nel 2003 il creativo Tremonti vara una riforma fiscale che detassa le plusvalenze da partecipazione, subito utilizzata da Berlusconi quando, nel 2005, cederà il 16,88 per cento di Mediaset detenuto da Fininvest per 2,2 miliardi di euro, risparmiando milioni di tasse. E un’altra legge à la carte del 2003 è il decreto «salva calcio», che è anche «salva-Milan»: i club indebitati potranno ammortizzare sui bilanci 2002 e «spalmare» nei dieci anni successivi la «svalutazione» del cartellino dei calciatori conseguente al generale stato di crisi in cui versano quasi tutte le società (tra serie serie B, il deficit sfiora i 4 mila miliardi di lire).
Il risultato è ottenuto grazie a un doppio conflitto d’interessi: quello tra il Berlusconi presidente del Consiglio e il Berlusconi presidente del Milan; e quello tra il Galliani vicepresidente del Milan e il Galliani presite della Lega Calcio. Il decreto del presidente del Consiglio fa risparmiare al presidente del Milan 242 milioni di euro.
Tratto da: AntoniodiPietro.it
Annunci

61 commenti »

  1. Il topo di fogna assassino Paolo Barrai di Mercato Libero ( qua, verme Marco), attacca il
    genio incredibilissimo Michele Nista, su ordine del cancro d’Italia,
    anzi, cancro del mondo, Silvio Berlusconi. Ma anche perche’ cerca di
    rubare vincentissimi input di Borsa, attraverso spie, che
    sottoscrivono i
    vincentissimi servizi di http://michelenista.blogspot.com/ e Michele
    Nista che e’ un genio in tutto, e non solo in cose di Borsa, fesso,
    non si fa fare. Cacciando sempre via le sue spie berlusconaziste e
    padanaziste. Ed e’
    giustissimo che sia cosi’. Sarebbe come se la Fiat, odiasse la
    Volkswagen, perche’ non riesce a carpirgli i segreti industriali. In
    quel caso la Fiat dovrebbe pagare prezzo carissimo, se mai, per gli
    illeciti gravissimi che fa, altro che attaccare la concorrente, per
    via del fatto che non riesce a imporgli criminalita’ che tra l’altro,
    denotano
    incompetenza, invidia rancorosa e attitudine criminalissima. Paolo
    Barrai e’ davvero un
    bastardo criminale, gia’ indagato, arrestato e condannato in diverse
    nazioni del mondo, come sopra citato. Avvezzo ad ogni
    schifezza malavitosa. Proprio cosi’, signore e signori: l’assassino
    nazista Paolo Barrai,
    e’ stato condannato al
    carcere, nel 2001, dal sempre per bene, PM Francesco Greco, ed e’ ora
    sotto processo in Brasile.
    Essendo braccato, senza lavoro, cattivo, violento, bastardo dentro al
    massimo, | Paolo Barrai attacca e minaccia di morte, anzi, cerca di
    uccidere,
    il genio in azioni e materie prime, ” na non solo”, Michele Nista ( su
    ordine dei fautori di prossima bancarotta italiana, Berlusconi e
    Bossi, ma anche per inividia, attitudine nazifascista e razzismo), ma
    fino a due anni
    fa, allorche’ il verme killer Paolo Barrai, scroccava gratis, il genio
    Michele Nista, guardate cosa scriveva di lui:
    IL FIUTO DI UN AMICO… Post del Febbraio 2008
    Qualche anno fa a Milano la borsa chiudeva poco dopo pranzo. Nel
    pomeriggio se un operatore istituzionale cercava titoli italiani
    sapeva dove andare….
    Telefonava a Michele Nista.
    Michele Nista era un vero grandissimo broker, altro che macchina
    telematica. E riusciva anche a trovare prezzi migliori della macchina
    stessa facendo felice sia il venditore che il compratore.
    Anche con la chiusura dei mercati alle 17.30 Michele è sempre
    riuscito
    a trovare l’introvabile.
    Non esisteva la “missione impossibile” per Michele Nista.
    Un milione di Generali? Bastavano pochi minuti e venivano trovate al
    giusto prezzo.
    Poi Michele si è allontanato dal mercato, ma a Novembre l’ho
    incontrato dopo tanto tempo.
    Abbiamo bevuto un caffè e abbiamo parlato del mercato…
    Caro Michele, farai anche altre cose ora ma il fiuto per gli affari,
    quello no…non ti manca.
    Michele, non sarà forse un macroeconomista, ne uno studioso di
    bilanci, ma ha una particolare dote…il senso degli affari.
    Pochi come lui si muovono nel mercato con la stessa spavalderia.
    Anche nel Settembre 2007 non si è sbagliato…mentre i molti urlavano
    al rally di Natale e il Dow Jones era intorno ai 14.000 il mio caro
    amico Michele mi ha guardato fisso negli occhi e mi ha detto “Ehi
    doctor….il Dow arriverà a 11.800 fra poco e poi a 8000″
    Caro Michele sei stato bravo, anzi bravissimo…
    Ah dimenticavo di dirvi che la scorsa settimana ho incontrato
    Michele,
    questa volta non abbiamo preso un caffè…ma siamo passati a un
    pranzo
    anche se frugale)
    Sapete cosa mi ha confidato guardandomi ancora una volta negli occhi?
    “ehi Doctor fra poco il dow Jones arriva a 10.800 e poi giu, fino a
    8000″
    Sapete che vi dico…che se fossi Bernanke comincerei a preoccuparmi
    seriament, L’INIEZIONE DI DROGA DETTATA DAL TAGLIO DEI TASSI NON E’
    CHE UN ESTREMO TENTATIVO DI SALVARE UN MODELLO ECONOMICO ALLO
    SFASCIO.
    Vai Michele, continua cosi’!!!

    Commento di Gianni Fabbri. Rimini and Stockholm — marzo 29, 2012 @ 12:22 am

  2. ATTENZIONE AL RICICLATORE DI SOLDI MAFIOSI, TRUFFATORE,
    LADRO, RAZZISTA, PAZZO, PADANAZIFASCISTA, OMOSESSUALE DI TIPO
    PEDOFILO, ASSASSINO PAOLO BARRAI, ABITANTE IN VIA IPPODROMO 105 A
    MILANO, INDAGATO, CONDANNATO E ARRESTATO IN ITALIA, INGHILTERRA,
    SVIZZERA E BRASILE. RIPETO. DOPO ESSERE STATO CONDANNATO ALLA GALERA,
    DA OTTIMO PM FRANCESCO GRECO, A INIZIO MILLENNIO, IL PAZZO,
    COCAINOMANE, LADRO, TRUFFATORE, ASSASSINO, OMOSESSUALE DI TIPO
    PEDOFILO PAOLO BARRAI, E’ APPENA STATO ARRESTATO ANCHE IN BRASILE, OVE
    E’ ORA ANCHE SOTTO PROCESSO. COME E’ INDAGATISSIMO IN INGHILTERRA,
    SVIZZERA E DITTATURA NAZIFASCISTA DI BERLUSCONIA. ECCO LE PROVE VIA
    LINK, DEL FERMO GIUDIZIARIO DEL PADANAZISTA, ASSASSINO OMOSESSUALE DI
    TIPO PEDOFILO, ESTORTORE, DIFFAMATORE, LADRO E TRUFFATORE, PAOLO
    BARRAI ABITANTE IN VIA IPPODROMO 105 A MILANO:

    Commento di Gianni Fabbri. Rimini and Stockholm — marzo 29, 2012 @ 12:21 am

  3. Il verme Paolo Barrai ha fatto mettere censure su internet, per non far sapere links che lo sputtanano, come uno dei principali criminali al mondo. Ma googlate queste frasi, su internet, allora:
    “Polícia Civil de Porto Seguro
    investiga blogueiro italiano criminalpedofilo Paolo Barrai suspeito de
    estelionato”. “Blogueiro italiano criminalpedofilo e assassino Pietro
    Paolo Barrai, será indiciado por estelionato, calúnia edifamação pela
    Polícia Civil de Porto Seguro “Polícia Civil de PortoSeguro investiga
    blogueiro italiano super criminal, pedofilo e assassino Paolo
    Barrai”“Blogueiro italiano criminal pedofilo e assassino Paolo Pietro
    Barrai será indiciado pelaPolícia Civil” “ Porto Seguro: O BLOGUEIRO
    ITALIANO CRIMINAL PEDOFILO E MAFIOSO PAOLOBARRAI SERÁ INDICIADO POR
    ESTELIONATO,CALÚNIA E DIFAMAÇàO” Blogueiro criminal mafioso, assassino
    e pedofilo Pietro Paolo Barrai quer constituir sindicato só para
    estrangeiros” “Blogueiro super criminal, pedofilo, assassino Paolo
    Pietro Barrai suspeito de estelionato é investigado pela policia civil
    brasilieira”

    Commento di Gianni Fabbri. Rimini and Stockholm — marzo 29, 2012 @ 12:21 am

  4. GRANDISSIMO GENIO ED EROE MICHELE NISTA, DI VINCENTISSIMO
    MICHELENISTA.BLOGSPOT.COM. AZZECCA IN AZIONI E MATERIE PRIME, SEMPRE.
    SU TUTTO. OGNI GIORNO. IN OGNI ANGOLO DEL PIANETA TERRA. SIA A LIVELLO
    DI AZIONARIO, CHE DI MATERIE PRIME. GENIO IN INVESTIMENTI MOBILIARI,
    MA PURE UN EROE. STA DISTRUGGENDO IL MAFASCISTASSASSINO, PEDOFILO
    SILVIO BERLUSCONI E SALVANDO, COSI’, L’ITALIA, CHE GIUSTAMENTE,
    CHIAMA, AL MOMENTO, DITTATURA FASCIONDRANGHETISTA DI BERLUSCONIA !!!
    MAI VISTO UN ASSOLUTO GENIO COME MICHELE NISTA, DI VINCENTISSIMO
    MICHELENISTA.BLOGSPOT.COM ( BLOG APPENA NATO, E CHE RICEVE ANCHE, 2000
    COMMENTI A POST, CHE HA ANCHE 30.000 LETTORI AL GIORNO!!!). AZZECCA IN
    AZIONI E MATERIE PRIME SEMPRE,
    SEMPRE, SEMPRE. E NON SOLO IN AZIONI A MATERIE PRIME, MA SU TUTTO.
    AZZECCA SU TUTTO, E ANCHE CON NOVE, DODICI MEDI DI ANTICIPO. LO DICE
    CARTA CHE CANTA, LO DICONO SUE EMAILS E POST. IL GRANDISSIMO GENIO E
    RE MIDA MICHELE NISTA, HA PRESO IL RIBASSO DEL DOW JONES DEL 2007 E
    2008, IL RIALZO DEL MARZO 2009, IL MINIMO DEL DOW JONES A 9700, DEL
    LUGLIO 2010, IL RIALZO DI INIZIO AUTUNNO 2010, IL RIBASSO DEL MAGGIO
    2011, IL RIALZO CHE E’ SEGUITO, E I MEGA RIBASSONI ATTUALI. AZZECCA SU
    TUTTO E’ SEMPRE, IL GENIO MICHELE NISTA. SU TUTTO E SEMPRE. MA COME
    FA??? MICHELE NISTA, UN GRANDISSIMO GENIO, IL PIU’ GRANDE GENIO
    BORSISTICO, DA SECOLI IN QUA. LO DICONO TONNELLATE DI FATTI, LO DICE
    CARTA STAMPATA DA INTERNET, CHE CANTA COME UN USIGNOLO. MICHELE NISTA
    SEI UN GRANDISSIMO GENIO!

    Commento di Gianni Fabbri. Rimini and Stockholm — marzo 29, 2012 @ 12:20 am

  5. Ecco chi e’ il grande Michele Nista, impara, pedofrocio di merda Gugliemo Rinaldini ( ovviamente, vigliacchissimo nome e cognome inventato),mentre acchiappi mafiosi e fasci uccellini.

    Commento di Gianni Fabbri. Rimini and Stockholm — marzo 29, 2012 @ 12:20 am

  6. Chi cazzo vi credete di essere, massoni e fascisti bastardi, per giudicare chi mette al palo il vostro Berlusconismo bastardo e assassino? Pensate di intimidire, spaventare, far tacere? Noi vi facciamo a pezzi, fasci di merda. Fasci bastardi. Fasci assassini. Il mondo lo controlliamo noi, attraverso grande Obama Barack e ora mandiamo voi, nei manicomi. Ma va’ a’ ciucciare i cazzi mosci del tuo porcone frocio bastardo Giuliano Ferrara. Gugliemo Rinaldini, il kaiser dei pompini.

    Commento di Gianni Fabbri. Rimini and Stockholm — marzo 29, 2012 @ 12:18 am

  7. I fascisti bastardi tipo questo Gugliemo Rinaldini, amano far crepare, chi li fotografa, nei manicomi. Lo fece il Benito Mussolini di 80 anni fa, con Ilda Dalser. Lo ha fatto il Benito Mussolini di oggi, pedofilo mafioso e fascista Silvio Berlusconi con Francesco Mastrogiovanni. Con Virgina Sanjust. Ma chi dovrebbe crepare in galera e manicomio, sono gli sgorbi o sgarbi massoni fascisti e mafiosi tipo sta merda di Gugliemo Rinaldini, massone che ciuccia cazzi nelle Loggie da mattina a sera, e poi, tutta, la sborra che beve, lo rende ancora piu’ scemo di quanto la natura la abbia fatto e viene a ragliare qui.

    Commento di Gianni Fabbri. Rimini and Stockholm — marzo 29, 2012 @ 12:15 am

  8. Oh scusate solo ora mi sono accorto che si tratta di un forum gestito da malati di mente e persone affette da sindrome babies, come altrimenti spiegarsi quel soggetto che ha postato decine di commenti mettendo prima il cognome e poi il nome come si fa durante l appello alla scuola elementare. Purtroppo in Italia per motivi ideologici si definisce inesistente la malattia mentale come effetto dello sfruttamento capitalista, peccato che la malattia mentale esiste e il capitalismo no essendo solo un concetto di un ebreo chiamato Marx, e preciso ebreo non per diffamare ma per spiegare che solo un ebreo a causa degli ostracismi subiti immagina la produzione di denaro come accumulo e riserva invece che come diffusione di ricchezza e prosperita come fa Berlusconi dando da mangiare a 70.000 dipendenti senza contare i giornalisti di sinistra servi del truffatore kgb De Benedetti che non saprebbero che cazzo fare se lui non esistesse. Il complesso di castrazione che colpisce tanti fessacchiotti che qui scrivono e la proiezione paterna di un Berlusconi onnipotente e fallico e un tragico effetto del 68 e della assenza dei padri.

    Guglielmo Rinaldini

    Commento di Guglielmo Rinaldini — gennaio 22, 2012 @ 6:30 pm

  9. A sorrt e mammt prima mafioso nazi Berlusconicchio

    Commento di Associazione anti mafiosi modernazifascisti Berluscones, presente in 95 paesi del mondo, in tutti e 5 i continenti — ottobre 28, 2009 @ 11:59 pm

  10. Ch’ag vegna un cancher!

    Commento di Oreste — ottobre 15, 2009 @ 2:17 pm

  11. PORN MOVIE [url=http://forums.animesuki.com/member.php?u=91794]PORN MOVIE[/url] PORN MOVIE [url= http://forums.animesuki.com/member.php?u=91794 ] PORN MOVIE [/url]

    Commento di Moowea — febbraio 5, 2009 @ 1:53 am


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: