Angolo del Gigio

luglio 26, 2007

Scalate, Fassino e D’Alema: “Sì all’utilizzo delle intercettazioni”

Un Grande Uomo, anche se Brutto molto!!Scalate, Fassino e D’Alema:

“Sì all’utilizzo delle intercettazioni”

ROMA – In attesa che le Giunte dei due rami del Parlamento e le rispettive Aule si pronuncino sul caso intercettazioni, i leader dei Ds, Piero Fassino e Massimo D’Alema, scrivono alla Giunta per le autorizzazioni della Camera per chiedere di accogliere le richieste del gip di Milano, Clementina Forleo.

Fassino: «Accertare la verità dei fatti»

In particolare, il presidente della Quercia nella lettera inviata al presidente della Giunta, Carlo Giovanardi, anticipa: «Condividerò, come ha già dichiarato l’onorevole Fassino, ogni decisione che il Parlamento intenda prendere, ivi compreso l’accoglimento dell’istanza della dottoresa Forleo», dicendosi «turbato e preoccupato per le accuse tanto gravi quanto palesemente infondate» e sottolineando di essere «interessato più di ogni altro ad un pieno accertamento della verità dei fatti ed anche per questo ho già dichiarato la mia disponibilità a collaborare con la magistratura, indipendentemente dalle conclusioni cui giungeranno la Giunta e il Parlamento».

D’Alema: «Condividerò ogni decisione della Giunta»

Anche D’Alema si dice pronto a condividere «ogni decisione che il Parlamento intenda prendere, ivi compreso l’accoglimento dell’istanza della dottoresa Forleo». Il vicepremier – nella lettera al presidente della Giunta per le autorizzazioni, Carlo Giovanardi – si dice «turbato e preoccupato per le accuse tanto gravi quanto palesemente infondate» e sottolinea di essere «interessato più di ogni altro ad un pieno accertamento della verità dei fatti ed anche per questo ho già dichiarato la mia disponibilità a collaborare con la magistratura, indipendentemente dalle conclusioni cui giungeranno la Giunta e il Parlamento».

Sono una persona rispettabile.Di Pietro: «Attenzione alla trappola di Berlusconi»

Da Forza Italia, Silvio Berlusconi preannuncia invece il “no” del partito alla richiesta del Gip a utilizzare le intercettazioni riguardanti le scalate ad Antonveneta, Unipol e Rcs. Immediata la reazione dell’Italia dei Valori. Il ministro Antonio Di Pietro avverte: «Il centrosinistra non cada nella trappola tesa da Berlusconi e dai suoi». «Farsi paladino nel dire no alle intercettazioni dei giudici di Milano – continua Di Pietro – è solo il tentativo per mettere, sullo stesso piano, i parlamentari direttamente interessati di Forza Italia e quelli del centrosinistra». «Inoltre – aggiunge Di Pietro – la sua intenzione è anche quella di uniformare, centrodestra e centrosinistra, alla stessa logica di un attacco ai magistrati, piuttosto che indurre ad una doverosa sottomissione alla legge e alla giustizia».

Ecco il testo della lettera del segretario Ds Piero Fassino:

L'ubriacona «Caro Presidente, la ringrazio per avermi informato che la Giunta per le Autorizzazioni a procedere ha avviato oggi l’esame dell’istanza avanzata dalla dottoressa Forleo. Desidero dirle che sono turbato e preoccupato per accuse – ampiamente diffuse a mezzo stampa nei giorni scorsi – tanto gravi quanto palesemente infondate, sulla base della lettura delle stesse intercettazioni cui ci si riferisce nella ordinanza. Intendo presentare alla Giunta una dettagliata memoria a sostegno di questo mio giudizio e a dimostrazione della mia assoluta estraneità ad atti illeciti o disegni criminosi. Sono interessato più di ogni altro ad un pieno accertamento della verità dei fatti ed anche per questo ho già dichiarato la mia disponibilità a collaborare con la magistratura, indipendentemente dalle conclusioni cui giungeranno la Giunta e il Parlamento. In questo senso condividerò – come ha già dichiarato l’on. Fassino – ogni decisione che il Parlamento intenda prendere, ivi compreso l’accoglimento dell’istanza della dr.ssa Forleo. La ringrazio ed auguro a lei e ai componenti della Giunta buon lavoro. Cordiali saluti».

Di tenore simile la lettera del vicepremier Massimo D’Alema:

«Caro Presidente, la ringrazio per avermi informato che la Giunta per le Autorizzazioni a procedere ha avviato oggi l’esame dell’istanza avanzata dalla dottoressa Forleo. Desidero dirle che sono turbato e preoccupato per accuse – ampiamente diffuse a mezzo stampa nei giorni scorsi – tanto gravi quanto palesemente infondate, sulla base della lettura delle stesse intercettazioni cui ci si riferisce nella ordinanza. Intendo presentare alla Giunta una dettagliata memoria a sostegno di questo mio giudizio e a dimostrazione della mia assoluta estraneità ad atti illeciti o disegni criminosi». L'ubriacona«Sono interessato più di ogni altro ad un pieno accertamento della verità dei fatti ed anche per questo ho già dichiarato la mia disponibilità a collaborare con la magistratura, indipendentemente dalle conclusioni cui giungeranno la Giunta e il Parlamento. In questo senso condividerò – come ha già dichiarato l’on. Fassino – ogni decisione che il Parlamento intenda prendere, ivi compreso l’accoglimento dell’istanza della dr.ssa Forleo. La ringrazio ed auguro a lei e ai componenti della Giunta buon lavoro. Cordiali saluti».

Fonte Articolo: www.lastampa.it

PER CHI VOLESSE CAPIRE CHI E’ LA FORLEO (AMICA DEI TERRORISTI)

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: