Angolo del Gigio

luglio 4, 2007

Csm: il Sismi spiò i magistrati agli ordini di Silvio Berlusconi.

Delibera approvata a unanimità:
a orchestrare la campagna contro giudici e pm furono vertici servizio segreto e non elementi deviati

ROMA – Si aggrava la posizione processuale degli ex vertici del Sismi il servizio segreto militare. C’era infatti il Sismi in quanto tale all’aepoca guidato da Nicolò Polllari e non «settori deviati» del servizio dietro l’attività di spionaggio nei confronti magistrati, venuta alla luce con la scoperta dell’archivio di via Nazionale a Roma. Un’attività «estranea» ai compiti del Sismi il cui scopo era «intimidire» e far «perdere credibilità » ai magistrati. La sottolinea il Plenum del Csm in una risoluzione approvata all’unanimità.

Nicolo Pollari - Emergenza Democratica Scongiurata, in Galera lui e Pio-Pompa assieme al mandante Politico Silvio Berlusconi INCHIESTE – Il ritrovamento dell’archivio di via Nazionale portò all’apertura di un’inchiesta parallela a quella Telecom in cui è indagato Pollari insieme all’ex funzionario del Sismi Pio Pompa per peculato e violazione della corrispondenza elettronica.
L’inchiesta sulla presunta raccolta illegale di informazioni riservate da parte di ex manager di Telecom Italia ha portato all’arresto, il 12 dicembre scorso, tra gli altri, dell’ex numero due del Sismi Marco Mancini, dell’ex capo della sicurezza Telecom Giuliano Tavaroli e dell’investigatore Emanuele Cipriani, che era ai domiciliari. Le ipotesi di reato contestate a vario titolo ai diversi indagati sono di associazione a delinquere finalizzata alla corruzione di pubblici ufficiali, rivelazione di segreto d’ufficio, appropriazione indebita, falso, favoreggiamento e riciclaggio.

Tu sei peggio di mè! Ma occhio che stanno per scoprire l'amico Pio-Pompa!!DELIBERA – La presa di posizione del Csm arriva all’indomani delle dichiarazioni spontanee con cui Pompa ha voluto sminuire la vicenda davanti ai pm di Roma che lo indagano insieme con l’ex direttore del servizio Nicolò Pollari. E dopo un’attività istruttoria del Consiglio che ha acquisito documentazione e ha ascoltato i pm romani. «La documentazione acquisita – scrive al riguardo il relatore della risoluzione, Fabio Roia (Unicost) – evidenzia che a partire dall’inizio dell’estate del 2001 (e cioè subito dopo l’elezioni del maggio dello stesso anno) ebbe inizio nei confronti di alcuni magistrati italiani ed europei e delle Sei stato tu a dare l'ordine a Toto Pio-Pompa!! Io di sicuro no, sono immacolato io. E smettiamola di ridere li dietro lo schermo, strunzzz!!associazioni di loro riferimento un’attività di intelligence da parte del Sismi, che si è protratta in modo capillare e continuativo, fino al settembre 2003 e in modo saltuario fino al maggio 2006». Questa opera «fu oggetto di ripetute informazioni al direttore del servizio e sembra quindi riferibile al Sismi in quanto tale e non a suoi settori deviati – sottolinea il Csm – come conferma del resto nella memoria depositata alla procura di Milano il 7 luglio del 2006 il coordinatore di questa attività, Pio Pompa».

Sono una persona rispettabile. Ok.Ok siamo seri... Prego Signori, smettiamola di ridere, Emilio picchiali, Nicolò Spiali, Vittorio Schedali!!!MAGISTRATI COLLABORARONO CON IL SISMI – L’opera di intelligence nei confronti delle toghe, denuncia il Csm, «si è concretizzata non solo nella raccolta e nella schedatura di materiali noti o comunque pubblici, ma anche in un capillare monitoraggio delle attività dei movimenti e della corrispondenza informatica di magistrati, mediante forme di osservazione diretta o a opera di terzi non individuati». E non basta: «sono stati posti in essere dal Sismi specifici interventi tesi a ostacolare e contrastare l’attività professionale o politico culturale dei magistrati e delle loro associazioni», in particolare Magistratura Democratica e Medel. A preoccupare il Csm sono non solo gli effetti di intimidazione nei confronti dei magistrati, ma anche un’altra circostanza emersa pure dalle indagini della procura di Roma: il fatto cioè che l’opera di intelligence nei confronti di magistrati «si è talora svolta con la partecipazione o l’ausilio di appartenenti all’ordine giudiziario». «Ogni tipo di collaborazione di magistrati con i servizi segreti oltre che espressamente vietata dalla legge – ammonisce Palazzo dei Marescialli – è estranea al modello costituzionale dell’ordine giudiziario e ai suoi connotati di terzietà e indipendenza».

Fonte . www.Corriere.it

Vedi Anche : Falsi su Prodi, ecco i Dossier falsi del Sismi chiesti dal Gov. Berlusconi

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: